m1m2m3m4m5
 

Report Hungaroring, prima gara campionato europeo UEM ALPE ADRIA

 

  Partiamo il mercoledì mattina verso le 5 di mattina... circa 15 ore di viaggio... finalmente arriviamo... ci accoglie una mega insegna... dove si legge testualmente "HUNGARORING"... iniziano a venirmi i brividi... entriamo, ufficialissimi con il nostro camioncino, passiamo il tunnel che passa sopra alla pista, poi entriamo nei paddock e ci piazziamo davanti al nostro Box che abbiamo affittato...
Andiamo subito a letto, domani mattina ci sono le prove libere!!!!
Mi sveglio la mattina prestissimo... dai paddock c'è un balconcino dove si vede tutta la pista o almeno una buona parte... ancora rincoglionito dal sonno mi affaccio sul balconcino... guardo a sinistra... MI SVEGLIO DI COLPO... un mega curvone a sinistra in discesa che immette su una curva a destra che porta sul rettilineo... Guardo a destra e mi trovo un rettilineo in discesa che chiude con 2 curve in salita, un tornantone a sinistra e uno a destra....Mi sveglio di colpo, riprendo la mascella che è palesemente caduta a terra e mi dico "Giò, ma che cazzo ci fai qua???"
Subito dopo smontiamo giu tutto il furgone, tiriamo giu la moto e vado a comprare i turni di prove libere...
Entro... Faccio i miei giri... inizio a tirare... e alla fine del rettilineo la pompa del freno anteriore mi fa un tremendo vuoto... mi si gela il sangue nelle vene, però riesco a stare tranquillo e andare nella via di fuga... mi fermo, mi faccio venire a prendere dai soccorsi e torno nel box.
Il capo mi controlla lo spurgo, ma tutto sembra regolare. ora la pompa funziona.
  Ok non c'è problema, mi ributto a fare il secondo turno di prove libere... inizio a capire un po come bisogna girare... Anche se comunque giro alto... faccio un giro in 26 perchè avevo 600 e 1000 che mi passavano ovunque... e poi sempre nello stesso punto la pompa mi rifa un vuoto... esco nelle vie di fuga e torno nei box, imbronciato. Finalmente ci decidiamo a sostituire la pompa del freno con una nuova, e l'impianto frenante torna a funzionare...
Rientro... inizio a lanciarmi, però non del tutto... sti maledetti 600 e 1000 ti passano ovunque, i giudici sventolano ogni due secondi la bandiera blu... insomma non sono concentrato! Dopo un brutto sorpasso all'interno di un maledetto suzuki 1000 GSXR decido di memorizzarmi i punti chiave della pista ed aspettare le qualifiche ufficiali dell'indomani, dato che le prove ufficiali le fanno solo 125 SP...
Entro... stacco un giro veloce in 2:27... altissimo pensando al 2:14 del primo... mi sconsolo un pochino, sono 20esimo in griglia su 38 iscritti.
Su consiglio di un mio amico cambio le gomme... le compro nuove... Vado dal gommista, me le faccio montare, poi arriva il secondo turno... le scaldo con le termocoperte... entro, e mi cerco un riferimento... purtroppo ne trovo uno troppo lento, standogli in scia stacco un tempo di 2:23... sicuramente meglio... il feeling con la moto cresce, si piega di piu' e le gomem nuove danno piu' soddisfazione..
  Il giorno dopo è il giorno della gara... non smonto la moto per controllarla dato che devo solo imparare a guidare... metto una candela nuova, rabbocco l'olio e sistemo la leva del freno...
La mattina dopo c'è il warm up... entro... mi sento abbastanza sicuro, non tiro tanto, cerco di stare in scia al primo per vedere come curva... logicamente non ci riesco.. faccio i miei 2-3 giri puliti e rientro...
2 ore dopo... si scatena l'inferno... Entriamo tutti in pista... oramai le gomme nuove sono rodate... io sono in 4° fila... 12°... Ci si mette sul cavalletto... i giudici fanno l'ultimo controllo di caschi e tute... poi si parte col giro di warm up.... provo la partenza, la moto da ferma spinge bene anche ai bassi... faccio il giro cercando di scaldare le gomme (che non erano state scaldate con le termocoperte)..
  Si arriva davanti al fatidico semaforo... tutti iniziano ad alzare i giri... ci si mette in posizione... si spegne il semaforo e VIA.. mi mangio subito 2 file... si arriva alla prima staccata col coltello tra i denti... arrivo, curvo, me ne mangio 3-4... ma sono ancora indietro... subito mi si piazza davanti il numero 33, che poi scoprirò che era in un altra classifica... inizia la bagarre con lui... lui sta davanti nel pezzo lento, io lo domino nel pezzo veloce...Primo giro... sta davanti... secondo giro... sta davanti... terzo giro... mi metto in scia in rettilineo, mi vede e si sposta di colpo, così prendo una super-ventata che mi rallenta... quarto giro sta ancora davanti... al quinto giro arriva LAMICH, e ci sorpassa... intanto passo il 33 in rettilineo... faccio la mia staccata... lui mi supera in staccata però fa una traiettoria lentissima... io allargo la traiettoria e lo passo... sto davanti... faccio la curva a sinistra e mi passa anche li in staccata, però non riesco a ripassarlo perchè sono troppo veloce perciò mi tocca mollare il gas (volevo finirla la gara, anche a costo di non superarlo)... Facciamo tutto il giro in bagarre... lui era piu' veloce in 2-3 curve, io ero molto piu' veloce nelle curve da gas aperto... Al 6° giro vedo PUSKAR (campione croato) fuori, LAMICH anche... tutto contento che ho recuperato 2 posizioni vedo di darci dentro, e faccio il 7° e 8° giro uguale al 6, ovvero che venivo passato negli stessi punti, e non tentavo di passarlo troppo aggressivamente per evitare di finire in terra...
  ULTIMO GIRO... vedo 1 sul tabellone... arriviamo sul rettilineo, vedo dei doppiati... inizio a mettermi le mani nei capelli... gli fanno la bandiera blu, ci fanno passare... fiu, ci siamo... sono li li col 33... devo passarlo, è l'ultimo giro... arriviamo verso la fine del circuito, stavo per pasasrlo ma mi si presenta davanti un gruppetto di 3 doppiati... uffa!!! il primo mi fa passare, il secondo mi rallenta tantissimo e lascia andare via il 33... Mancano 3 curve... devo passarlo ora!!! Faccio la curva A TUONO, mi ritrovo ad andare sui cordoli con la moto che sbacchetta da fare paura, me ne frego, la tengo dritta... e mi si piazza davanti il TERZO DOPPIATO... nonostante le bandiere, fa passare il 33 ma nella curva MI STRINGE E FA PER FARMI CADERE... chiudo il gas, lo passo all'interno, si spaventa, allarga la traiettoria... ma oramai è tutto finito, il 33 è davanti a me di troppo, non riesco piu' a prenderlo... arrivo sul rettilineo e li finisce la gara, alzo la visiera, mi congratulo con lui e finisco la mia garetta... Che emozione... forse queste parole troppo fredde non riescono a tramandare tutto quello che io ho provato in quelle mezz'ore di turni e gare...